I segni di una pace terrificante

lunedì, dicembre 22nd, 2008

(Fabrizio De Andrè, La domenica delle salme, dall’album Le Nuvole, 1990; videoclip di Gabriele Salvatores)

cuori pronti al vaffanculo
lingue irridenti e antisociali
la salma del linguaggio la guardate e ci pisciate sopra

Disse Faber che nella domenica delle salme “non si udirono fucilate, il gas esilarante
presidiava le strade”

E nel mentre mi viene pensato
mi viene ragionando un pensiero
mi penso addosso

“L’anarchia esiste, ciò che non esiste siete voi”
disse qualcuno, nella sottoveste celeste di un pisolino pomeridiano dopo un pranzo di lavoro
“Il Potere, la politica, le operette immorali, i sermoni vuoti e gli ignoti apripista di una sconfitta”
assediano il forte della coscienza, ma le truppe cammellate del patentato cascame di regime
ne abiureranno le motivazioni fin qui appoggiate. Nell’assedio il primo a cadere sarò io
“E allora chi vi racconterà l’epifania del dispositivo di protezione sociale, la kratofanìa?”

Tranquillo, io sdoppiato, c’è chi parlerà al posto tuo
e le sue parole continueranno a parlare anche da morte
anche in absentia


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...