Archivio per il Tag ‘enrica lexie

Girone e Latorre nel posto sbagliato al momento sbagliato

giovedì, marzo 22nd, 2012

Insomma, forse ai due poveri pescatori indiani non spararono proprio i nostri “marò” Girone e Latorre dalla Enrica Lexie. No, forse non gli spararono proprio dalla nave italiana, e quindi non gli spararono i nostri militari.
Lo dice forse uno per la strada, o al bar? No, lo dice a Oggi (e ne parla qui Fausto Biloslavo sul Giornale) il comandante del peschereccio indiano, che lascia intendere come a “suggerire” alle vittime quel nome, Enrica Lexie, sarebbero state le autorità marittime indiane.
Non che se ne sia parlato tantissimo, sui media patrii. È tempo di riforme dal gattopardesco sapore, altro che intrighi internazionali.

A delle vittime sicure, i pescatori, si assegnino dei carnefici qualunque, sembra questa forse la dinamica oscura che rischia di far passare brutti guai a Girone e Latorre.
Che le autorità portuali indiane abbiano “suggerito” una barca italiana non stupisce, ammesso ovviamente che sia vero. Vi immaginate cosa sarebbe successo se l’oggetto del suggerimento fossero stati battelli battenti bandiere anglosassoni o francesi o russe? Ecco, ve lo immaginate. Se lo sono immaginati anche gli indiani, sembra.

Annunci

“Pirati? Le nostre acque non sono affatto infestate”

lunedì, febbraio 20th, 2012

“Pirati? Le nostre acque non sono infestate. Ce n’erano in passato, non di recente, stanno in Somalia, non nelle acque a 20 miglia dall’India”. Lo ha dichiarato il comandante della guardia costiera indiana S.P.S. Basra, che cita anche “l’ingegnoso” metodo per portare la Lexie in porto.

leggi anche The Hindu (articolo del 18 febbraio)

I sospetti indiani sulla condotta degli “Italian Marines”

lunedì, febbraio 20th, 2012

Se la sparatoria è avvenuta in acque indiane, i due “italian Marines” devono essere processati in India. Il fatto che non hanno avvertito subito le autorità indiane dell’avvenuto incidente fa essere sospetta la loro condotta.

leggi anche Nitin Pai su Firstpost India

L’Enrica Lexie tornò in porto per riconoscere i pirati

lunedì, febbraio 20th, 2012

Perchè la Enrica Lexie è tornata in porto a Kochi, permettendo così l’arresto dei militari, nonostante la Marina italiana glielo avesse sconsigliato? Secondo l’Ansa perchè le autorità indiane le avevano chiesto di fare il riconoscimento di una sospetta nave pirata.

leggi anche Joseph Zarlingo sul Fatto Quotidiano

Pirati, petroliere, pistaroli, esperti del giorno

lunedì, febbraio 20th, 2012

Corrosiva sintesi del caso Marò su Dagospia. Ricostruzione delle pagine odierne dei giornali dopo quattro giorni di toni bassi. Corrosioni sui soldati “santini pop”, sui ministri ambasciatori e sui retroscena “da Roma”. Ma dubitare della difesa è avere una prova?

leggi anche Minimo Riserbo su Dagospia

Fra pirati e reazioni sbrigative: quel mare infuocato

lunedì, febbraio 20th, 2012

I pirati somali, temibili e sempre più violenti. Le squadre militari navali internazionali, in particolare quelle russe, che adottano metodi di difesa sempre più sbrigativi e, pare, lontani dal diritto e dalle leggi.

sul “triangolo delle Bermude” fra India e Somalia, dove sta avvenendo la controversa vicenda dei Marò italiani arrestati dagli indiani, leggi anche Guido Olimpio sul Corsera

Marò: la Lexie era in acque internazionali. E se ai pescatori ha sparato qualcun altro?

lunedì, febbraio 20th, 2012

La Enrica Lexie era in acque internazionali quando scatta l’allarme per l’attacco dei pirati, sostenuto dai militari italiani a bordo. Ma la petroliera viene portata a terra, e i Marò arrestati dagli indiani. Sorge il dubbio: e se i pescatori fossero stati uccisi da altri?

su prime risultanze di indagine e dubbi, leggi anche Fiorenza Sarzanini sul Corsera