Bizantinismi afghani

lunedì, maggio 4th, 2009

La profonda ipocrisia di una guerra umanitaria, di costruttori di ospedali con i fucili in mano, di creatori di libere elezioni mediante il giogo del verde mimetico.
L’Afghanistan è una possibilità di lavoro ben retribuito per i professionisti della sicurezza democratica, riconosciamolo. Lavoro rischioso, ma ben retribuito. In tempi di crisi, ai nostri giovani sta anche bene.
L’Afghanistan è il perpetuarsi del gioco di alleanze dell’Occidente, dei reciproci obblighi della Nato, dei vincoli mutualistici della turbo economia mondiale.
E’ anche il trionfo dell’odiosa ipocrisia, per la quale una guerra persa diventa occasione di ricostruzione, di esportazione di democrazia.

L’Afghanistan è triste, è meccanica applicata alla guerra, bizantinismo diplomatico, vuoto mediatico, terribile tragedia, punto d’orgoglio politico, inguaribile ottimismo, irrazionale razionalità, incomprensibilità esiziale e fondamentale.

(fonte immagine eftorsello.wordpress.com)

Annunci

Un commento su “Bizantinismi afghani

  1. Anonymous ha detto:

    spara yuri spara 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...